Monday, March 4, 2013

Vacanza a Valletta info, foto - Malta 2a parte


La Valletta, Malta - 1a parte


Info e Foto di Viaggio

del2° giorno 27-11-2011 - Oggi è domenica,fatta una veloce 1a colazione, verso le 8:00 compro un biglietto one day al prezzo di 1.50 euro, salgo su un autobus che in una ventina di minuti mi porta alla Fontana del Tritone da cui raggiungo la Porta d'Ingresso de La Valletta(maltese Il-Belt Valletta) che introduce alla gloriosa città dei Cavalieri di Malta.

L'imponente architettura militare in pietra tufacea della città fortificata è impressionante.

Le fortificazioni risalgono all'era dei Cavalieri dell'Ordine di San Giovanni e successivamente al tempo degli Inglesi.

Nella foto una torre di vedetta (maltese il-gardjola- inglesewatchtower) prospiciente il belvedere dei Giardini superiori di Barrakka.


Red Bus City Sightseeing In Valletta, Malta
Continuo la passeggiata costeggiando il lungomare (inglese waterfront). Gli edifici spesso mostrano dei balconi chiusi, delle verande (maltese gallarijas) in legno dipinto con colori sgargianti dalle quali le dame un tempo potevano osservare senza esporsi e coprirsi con il velo.





view of Valletta and Grand Harbour with a cruise ship moored from the Barrakka lower Gardens
Più avanti si incontrano i tranquilliGiardini inferiori di Barrakka(maltese Il-Barrakka t'Isfel) che offrono ampie vedute sulla città-fortezza e sulla profonda insenatura che crea il Porto Grande(malteseIl-Port il-Kbir- ingleseGrand Harbour).

Nella fotografia una nave crociera all'ormeggio nel Porto Grande.


Siege Bell War Memorial
Di fronte ai giardini è anche visibile una torre campanaria, il Monumento dell'Assedio di Malta (inglese Malta Siege Bell Memorial) negli anni che vanno dal 1940 al 1943 ad opera degli eserciti nazisti e fascisti durante la IIa Guerra Mondiale.

A questo punto inverto la marcia e rifaccio il percorso a ritroso percorrendo strade, vie e scalinate elevate rispetto alla passeggiata sul lungomare e che si trovano all'interno delle fortificazioni.












luxury mansions baroque style with the traditional balconies wooden in a Valletta street, Malta
La Valletta prende il nome dal suo fondatore, Gran Maestro dell'Ordine di S. Giovanni, Jean Parisot de la Valette, e vanta numerosi appellativi:città-fortezza,Città Umilissimama anche Superbissima e “città costruita dai signori per i signori” oppure più semplicemente "la città"(malteseIl-Belt).

Il percorso si snoda tra antichi ed eleganti edifici in stile barocco con le tradizionali verande (maltesegallarijas) in legno colorato.



old style red phone booth in Valletta, Malta
A Malta le cabine telefoniche sono in legno dipinto di rosso, in perfetto in stile londinese.

Malta è stato un possedimento britannico dal 1800 al 1964 con il risultato che l’inglese è ancora lingua ufficiale assieme al maltese; i documenti governativi sono infatti redatti sia in maltese che in inglese.

Il maltese è un lingua su base semitica che utilizza in gran parte i caratteri alfabetici romani; i 3/4 dei vocaboli ha origine arabe ed il restante ha subito l'influenzalatina, siciliana ed italiana. La lingua italiana è stata lingua ufficiale fino al 1934.






Old Valletta, capital city of Malta
Raggiungo iGiardini superiori di Barrakka(malteseIl-Barrakka ta' Fuq)che posti sopra ilbastione di San Pietro e Paolooffrono uno deipanorami più famosi sulla capitale, sul Porto Grande e sulle città di Senglea(maltese: L-Isla)e Vittoriosa(o Birgu) che insieme a Cospicua costituiscono l'area della Cottonera.

Nella fotografia, in basso al centro, è visibile la Victoria Gate,conosciuta anche come Porta Marina. Eretta nel 1885, peressa si accede alla città provenendo dal Porto Grande.

female tourist of middle age with graying hair taking a photo with his compact digital cameras at the view of Valletta, from Upper Barrakka Gardens
IGiardini superiori di Barrakkasono sempre affollatissimi di turisti e studenti.

Il turismo è una risorsa importante per i maltesi. La loro isola nonostante l'urbanizzazione è affascinante sia sotto il profilo paesaggistico e naturalistico che architettonico e culturale e gode di un clima che consente piacevoli vacanze durante tutto l'anno. Personalmente ritengo che sia sottovalutata.




beautiful view from upper Barrakka Gardens of saluting battery and Grand Harbor of Valletta, Malta
NeiGiardini superiori di Barrakkasi svolge anche "The Saluting Battery" una cerimonia che si compie quotidianamente alle ore 12:00 in punto con l'esplosione di una salva di cannone.

Nel chioschetto dei giardini assaggio i miei primipastizzi(singolarepastizz) ma non la sfoglia tipica della gastronomia maltese ripiena di ricotta (pastizzi ta 'l-irkotta) oppure ripiena di piselli leggermente piccanti (pastizzi tal-pizelli) ma quelli da rosticceria. Due pastizzi più acqua 2.50 euro.

baroque facade of Auberge de Castille in Valletta - office of the Prime Minister of Malta
Esco dai giardini e raggiungo Castille Square da cui si gode la magnificente facciata dalla barocca simmetria degli Auberge de Castille, Leon e Portugalil palazzo dei cavalieri della penisola iberica. Oggi è adibita a residenza dell'ufficio del Primo Ministro.

I Cavalieri di Malta condividevano l'alloggio in base alla "langue" ovvero l'appartenenza geografica e culturale di origine.

Le langue erano inizialmente otto come rappresentate dalle otto punte della Croce di Malta nota anche come Croce di San Giovanniuno dei simboli della Repubblica Marinara di Amalfi.

watchtower and fort St. Angelo in Grand Harbour of Valletta, Malta
Scendo per la strada (maltese triq) Gerolamo Cassar, progettista degliAuberge de Castille ma anche della Concattedrale di San Giovanni, che offre belle viste su una torre di guardia(maltese il-gardjola - inglese watchtower) del bastione di San Pietro e Paolo e delForte Sant'Angelo(malteseForti Sant'Anglu) a Vittoriosa nell'area della Cottonera




a soldier is ready to fire the cannon like every day at noon there is the ceremonial fire the cannon from the barrakka upper gardens of Valletta, Malta
Rientro ai giardini in tempo per assistere al cerimoniale del colpo di cannone.

Nella foto il momento che precede il colpo di cannone: non sono riuscito a beccare la fumata successiva all'esplosione dissolta immediatamente dal vento :-(

Sullo sfondo l'area della Cottonera con in primo piano il Forte Sant'Angelo (maltese Forti Sant'Anglu) a Vittoriosa.











After an extensive 12-year restoration, the Church of Santa Caterina d'Italia in Valletta reopened with a high Mass of thanks attended by the Maltese Head of State.
Nella fotografia la chiesa di Santa Caterina d'Italia che, oggetto di un restauro protrattosi 12 lunghi anni,verrà riaperta con una solenne messa di ringraziamento il 29 novembre 2011.

Rientrato in autobus all'hotel andrò a mangiare lì vicino in un ristorante di cui non ricordo il nome e che non mi ha lasciato un buon ricordo sia per il servizio, di una esasperante lentezza, che per il menù fisso maltese (17.5 euro) piuttosto insapore con l'eccezione di un passato di verdure.

A metà giornata le statistiche del GPS segnano 20 km comprensivi di trasferimenti con mezzi pubblici di superficie ed a piedi in 5:30:00.

Alle 15:40 mi sono rimesso in moto ed a piedi raggiungo l'imbarco delferry-boatche collega, attraversando il Porto di Marsamuscetto (inglese Marsamxett Harbour),Sliemacon la penisola della città di Valletta.

La Valletta View of the cupola St. Pauls Cathedral and belltower Charmelite Church at the evening
La visuale sulla città-fortezza è monopolizzata dalle grandi moli della cupola della Chiesa dei Carmelitani e del campanile della Cattedrale Anglicana di San Paolo e da centinaia di finestre e balconate chiuse.

Ho verificato le inquadrature migliori, il sole spesso è coperto da nuvole che veloci attraversano il cielo della piccola isola e nell'attesa dell'imbrunire mi copro ed incrocio i diti...

night View of Valletta with the St. Pauls Cathedral and Charmelite Church at the twilight
Un'ora dopo i primi scatti con le luci della città accese. Lo skyline è caratterizzato dal campanile di 60 metri d'altezza dellaChiesa dei Carmelitani e dalla enorme cupola d'argento dellaCattedrale Anglicana di San Paoloche una leggenda vuole naufrago sull'isola nel 60 d.C.

Trascorsa l'ora più bella in cui la luce crepuscolare si equilibra con le luci artificiali e calano le tenebre prendo un autobus e ritorno sulla penisola della capitale maltese

night view of paper boat in Valletta Waterfront, Malta. The monument recalls emigration from Malta, particularly 310 children who left Malta for Australia between 1950 and 1965
Raggiungo il lungomare (inglese waterfront) sul Porto Grande (malteseIl-Port il-Kbir- ingleseGrand Harbour) che di recente è stato riqualificato

Gli edifici sulla promenade sono gli antichissimi magazzini di un florido porto commerciale costruiti in un periodo di fulgore barocco cui fa da contraltare il minimalismo di questa "barchetta di carta" (inglese paper boat) monumento che ricorda 350 bambini maltesi emigrati in Australiatra il 1950 e il 1965.


night view of Valletta waterfront and Grand Harbour from the west entrance - Malta
Nell'immagine una veduta notturna del lungomare e dei suoi locali









Valletta: night view of greek temple dedicated to sir Alexander Ball in Lower Barracca Gardens - Malta
Nella fotografia il tempietto dedicato a Sir Alexander Ball, uno dei capi del movimento maltese contro i francesi del 1798, neiGiardini inferiori di Barrakka(a volte Barracca - malteseIl-Barrakka t'Isfel).

















view of illuminated Merchants Street with christmas decoration in Valletta, Malta
Ed infine la Strada dei Mercanti (inglese Merchants Street - maltese Triq Il-Merkanti) nel centro storico de La Valletta illuminata a festa dalle decorazioni natalizie.

Ho da poco comprato un cavalletto Cullmann .... che per quanto leggero, ma per questo trasportabile, ed economico si rivelato comodissimo ed utilissimo.

Affamato e stanco mi dirigo al Cafè Jubilee, inPope Pius V Street, a mangiare un piatto di Nanna's Ravioli Chili Oil- a base di ricotta, cipolla, basilico, menta, sale ed un filo d'olio piccante - bere una birra locale Ciske per finire un imqaret(inglese Date Diamonds) un dessert arabeggiante ripieno di datteri, buccia d'arancia e liquore d'anice al costo di 15.50 euro.

Il locale è affollato ed animato, il cibo buono ed il personale simpatico.

Faccio rientro in autobus all'Hotel Sliema Chaletper godere del meritato riposo

A fine giornata le statistiche del GPS segnano altri 18 km comprensivi di trasferimenti con mezzi pubblici di superficie ed a piedi.

La Valletta, Malta - 3a parte

related royalty-free images on Shutterstock
related royalty-free pictures on Fotolia
related editorial photos on Istockphoto

No comments:

Post a Comment

Post a Comment